Il Primitivo Es Top In Classifica per Milano Finanza

primitivo-es

E’ proprio il primitivo pugliese di Gianfranco e Simona Fino dal nome Es a rimanere in vetta alla classifica stilata da Milano Finanza per il secondo anno consecutivo che vede  primeggiare questo vino dal colore rubino e dal gusto intenso e corposo che è proprio dei vitigni leccesi e della terra di Manduria, i cui vigneti risentono del caldo sole pugliese e della brezza marina.

L’avventura di questo viticultore comincia nel 2004 con l’acquisto di un vigneto di Primitivo di cinquant’anni di circa 2 ettari che poi ha ingrandito con la coltivazione di altri terreni presi in affitto. Il primitivo che ne ricava ha caratteristiche uniche e particolari e si colloca in un filone innovativo che bilancia la struttura, la vena alcolica,l’acidità e la sapidità.

Il primitivo Es rappresenta quindi un’eccellenza non solo della sua produzione ma anche del panorama pugliese in quanto è un vino che ha colmato il vuoto produttivo regionale dei decenni passati. Al secondo posto della classifica il San Leonardo 2007,al terzo invece c’è Luciano Sandrone con il Barolo Cannubi Boschis 2008 a pari merito con l’Amarone di Bertani del 2005 e il Torgiano Vigna Monticchio del 2007 e tanti altri ancora a scendere in classifica.

Questo è il risultato dell’incrocio dei punteggi delle cinque guide italiane Gambero Rosso,l’Espresso,Veronelli, Bibenda e Maroni.

Il primitivo Es  visto da vicino

Il vino è amore, se non è amore diventa affare, altro sapore, altri miscugli. Il vino es invece è profumo intenso ampio complesso, proviene da alberelli e terra rossa. Es è una scommessa, è istinto, è passione sfrenata è piacere assoluto.

La qualità è da urlo e Simona compagna di vita e d’avventura di Gianfranco Fino  gioisce con lui per l’estensione dei  vigneti che crescono a 16 ettari di primitivo ed uno di negramaro tra Sava e Manduria.

Si conta ancora su un ristretto numero di persone Ciro il cantiniere, Viviana in amministrazione, Fernando e Giovanni con gli stagionali, Gianfranco che studia e  lavora dall’alba alla notte.

“Bisogna soffrire e penare, ma poi i risultati si raggiungono e si arriva al top delle classifiche.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *